Gong

Valigie, biglietti, aereo, visto, nuovo inizio, un turbinio di parole, sensazioni che ti allontanano per un attimo da te stesso come se volando per tutti quei km, vedendo nuovi luoghi e iniziando un nuovo lavoro tutto ricominci davvero da zero. Tabula rasa. Sembrava così perché queste nuove sensazioni ti inghiottono, ti scuotono e frullano tutte le parti di te, esperienze, ricordi, attitudini, pregiudizi, è cosi e pensi di avercela fatta. Hai attraversato il fiume e hai affrontato la corrente e sei finalmente approdato sulla terra ferma, sulla sponda sicura. Ma è proprio sul più bello, mentre sonnecchi soddisfatto e sornione, che si riaffacciano i fantasmi di sempre, le tue insicurezze, i tuoi schemi mentali, le tue pretese su te stesso e piomba il silenzio. Si riaffaccia una lacrima antica ma con lo stesso potere e la stessa densità di qualche anno fa. Sai di essere più forte adesso, sei più maturo, hai visto e fatto e vissuto di più, sei cresciuto, ma ti mette comunque all’angolo e sei ko. Gli ultimi tre giorni sono stati così per me qui a Livingstone. Non avevo tanta voglia di uscire ma tanto bisogno di starmene da sola e tranquillizzarmi un po’. Non accettavo di non farcela e di ritrovarmi di nuovo in quel pantano di pensieri e paure nel quale più volte mi sono trovata anche nella mia stanzetta di Milano. Sono in Africa mi ripetevo, è inaccettabile!! Schivavo chiamate e messaggi di familiari e amici ma poi, inaspettatamente, quasi per sbaglio, il mio dito scorre sullo schermo e rispondo alla chiamata di mia sorella. Tanti scontri, tante incomprensioni e tante ragioni per litigare in superficie ma un sentimento profondo e tanta voglia di esserci comunque l’una per l’altra quando ce n’è bisogno. “Vicine anche se lontane” recita il braccialetto di cuoio che mi ha regalato prima della mia partenza ed è proprio questo il caso. Una chiamata, qualche lacrima condivisa e torno con la mente, lo spirito e le forze di nuovo in questa magica realtà. Un sonno durato 3 giorni ma al risveglio è tutto più nitido e mi sento più forte e più entusiasta di prima. A migliorare l’umore, venerdì a pranzo sono arrivati i nostri referenti dall’Italia portando un’ondata di novità e energia. Domenica all’alba è prevista la partenza per Siavonga, ci aspettano 10 ore di viaggio! Lì raggiungeremo gli altri responsabili di progetto e gli altri servizi civili in Zambia per una plenaria e qualche giro turistico al lago Kariba. Non vedo l’ora!

“Dentro un ring o fuori non c’è niente di male a cadere, è sbagliato rimanere a terra” – Muhammad Ali

Buon nuovo inizio a tutti!

20151020_080421